Sicurezza stradale 2014, aumentano i pirati

Firma_02-300x200Pubblicato dell’Osservatorio il Centauro – ASAPS (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale) il Report 2014 sulla pirateria stradale che riporta per l’ultimo anno, ben 1.009 episodi di omissione di soccorso.

 

IL LAVORO – Nel 2014 le vittime sono state 119 (+4,4% rispetto al 2013 che aveva contato 114 vittime), mentre il numero dei feriti si è fermato a 1.168 (1.224 nel 2013), ma con 56 ingressi in più al pronto soccorso (+4,8%).

– Tra i soggetti che hanno subito questa tipologia di reato, 152 (15,1%) sono stati gli anziani e 132 (13,1%) i minori. In particolare, 81 minori (55 lo scorso anno), erano nella fascia di età inferiore ai 14 anni, 5 dei quali sono rimasti uccisi (4,2%) e 76 feriti (6,2%). I pedoni continuano ad essere la categoria più vulnerabile, con 410 eventi: 46 i morti (38,6% dei decessi complessivi), e 414 i feriti (33,8%). Infine i ciclisti sono stati coinvolti in 155 episodi, con 24 deceduti (20,2%) e 145 ricoverati (11,8%).

 

REPORT – Nel report viene evidenziato che in 114 casi (19,6%) è stata accertata la presenza di alcol e/o droghe, un dato che tuttavia è ancora da considerare in difetto in quanto la positività dei test condotti è riferibile solo agli episodi di pirateria nei quali il responsabile è stato identificato (583 su 1.009). Inoltre, l’identificazione del pirata della strada da parte delle forze dell’ordine, spesso avviene dopo ore o giorni dall’evento, rendendo difficile rilevare lo stato di intossicazione al momento dell’incidente.

 

LE REGIONI – Fra le Regioni col maggior numero di episodi di pirateria, l’Osservatorio ASAPS riporta la Lombardia con 141 episodi (15,9%), seguita dall’Emilia Romagna con 105 eventi (11%), per continuare con il Veneto (94), il Lazio (92), la Campania (88), la Toscana (71), la Sicilia (70) e la Puglia (66). In Basilicata invece è stato registrato un solo caso e in Valle D’Aosta due.

– Nella maggior parte dei casi il pirata della strada è risultato essere uomo di età compresa tra i 18 ed i 45 anni (solo 62 le donne) e tra i motivi di fuga, è stato indicato il timore di perdere punti della patente o il ritiro della patente stessa. In almeno 52 casi infine, è stata accertata la presenza di veicoli con assicurazioni scadute o addirittura false, numero probabilmente sottostimato dalla impossibilità di accertare tutti i casi di omissione di soccorso.

 

PER INFO –  Staff Dronet
Indirizzo: www.dronet.org
Email: info@dronet.org

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Smettere di fumare, il ruolo del metabolismo della nicotina

Smettere di fumare: le sigarette elettroniche servono? Al via la sperimentazione della Asl To2

Utilizzo droghe 2014, trend, dati e confronti nell’indagine del NIDA

Di Redazione