Offerta De Tomaso Grugliasco, il curatore dovrebbe aprire il bando

FIOMIl curatore fallimentare Enrico Stasi avrebbe ricevuto un’offerta per l’acquisizione del marchio De Tomaso. Questa offerta, a quel che è dato sapere, non sarebbe in grado di risolvere nessuno dei problemi occupazionali perché pare che la cordata che si è fatta avanti non sia interessata a una soluzione industriale, ma solamente al marchio stesso.

 

La presenza di questa offerta, dovrebbe però consentire al curatore fallimentare di aprire il bando, che dovrebbe avere la funzione di incentivare altri investitori che si sono interessati negli scorsi mesi alla vicenda De Tomaso, ma che fino a ora non hanno concretizzato alcuna proposta. Nel bando dovrebbe essere presente l’indicazione, per gli altri investitori, di garantire una soluzione occupazionale.

 

Vittorio De Martino, segretario regionale della Fiom-Cgil, dichiara: “La vicenda De Tomaso, come è noto, si è purtroppo consumata con la mobilità per i lavoratori, nonostante la Regione Piemonte abbia sottoscritto un impegno affinché i lavoratori della De Tomaso siano presi riferimento per un eventuale investitore, cosa a cui noi puntiamo: al momento di ipotesi se ne sono fatte tante ma di concreto non c’è ancora nulla. La questione però è più generale perché i lavoratori della De Tomaso sono solo una parte di quelle migliaia di persone, anche di quaranta o cinquanta anni, in mobilità: il problema è quindi l’assenza di una politica industriale che dia la speranza di trovare un’occupazione a migliaia di lavoratori, per i quali il rischio è di rimanere disoccupati a vita”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Massimiliano Rambaldi

 

 

3 COMMENTI

  1. perchè nell’articolo non si parla mai anche di noi della de tomaso di livorno ? forse non siamo anche noi operai de tomaso come loro di torino ? oppure ognuno tira l’acqua al suo mulino e poi tutti contro tutti ? cioè questa è una guerra tra poveri

    • Buongiorno,
      Il nostro giornale si occupa delle vicende di Torino e del Piemonte e dunque è naturale che gli argomenti trattati siano questi. Auguriamo, ovviamente, tutto il meglio agli operai di Livorno e vi invitiamo a mandarci vostre notizie.
      Cordiali Saluti

  2. le notizie sono che livorno è una città morta non abbiamo più niente anche un altra fabbrica con 450 operai la trw a chiuso abbiamo un sindaco ,la regione e il resto che sono in alto mare non sanno neanche loro cosa fare perchè a livorno non viene nessuno a investire e anche se venisse va più volentieri a pisa perchè c’è più organizzazione

Comments are closed.